giovedì , 18 Luglio 2019
Home / Aggiornamenti / La nuova iniziativa Apple rimborsa gli utenti che hanno acquistato una batteria per iPhone nel 2017

La nuova iniziativa Apple rimborsa gli utenti che hanno acquistato una batteria per iPhone nel 2017

Da Apple arriva una nuova iniziativa per mettere a tacere gli utenti rimasti delusi dal “rallentamento forzato” degli iPhone 6. Parte così un risarcimento di 60 euro per chiunque abbia sostituito la batteria del proprio dispositivo durante il 2017.

Lo ricorderete tutti lo scandalo che qualche mese fa ha coinvolto la nota azienda di Cupertino, accusata, in un primo momento, di obsolescenza programmata e che solo dopo un pò di tempo, in un comunicato ufficiale aveva fatto un pò di chiarezza suscitando negli utenti, però, delusione e amarezza.
Apple, infatti, aveva dichiarato di aver indotto, dopo un aggiornamento del sistema operativo dei dispositivi, un rallentamento degli iPhone 6, e superiori, per preservare batterie usurate e per evitare un probabile riavvio frequente del dispositivo.

Nello stesso comunicato ufficiale in cui Apple si vide costretta a fare un “mea culpa“, la nota azienda di Cupertin,o parlò anche di un piano studiato per dimostrare agli utenti la propria lealtà e trasparenza.
Da pochi mesi, infatti, è stato aggiornato il sistema operativo iOS che adesso, non solo è in grado di riconoscere la presenza di batteria usurata, ma che comunica i dati al proprietario del dispositivo che sceglierà se rallentare il dispositivo o meno.

Nelle ultime ore, però, sul sito ufficiale di Apple è comparsa una nota informativa che parla di un rimborso di 60 euro per chi avesse acquistato una batteria per iPhone durante il 2017.

Sono stati molti gli utenti, infatti, che, appena hanno notato un rallentamento del dispositivo, hanno acquistato una nuova batteria nel 2017 e, proprio per questo, Apple ha messo a disposizione un rimborso a tutti i clienti che si sono recati in un Centro Assistenza Autorizzato Apple.
Inoltre, Apple, ha dichiarato di voler contattare personalmente ogni utente tra il 23 maggio e il 27 luglio spiegando, appunto, come ottenere il rimborso.

Per tutti coloro i quali non riceveranno nessuna mail, consigliamo di contattare l’azienda entro il 31 dicembre 2018 ma solo ed esclusivamente se si può provare di aver effettuato l’acquisto presso un centro specializzato e autorizzato Apple.

Ottima mossa da parte della mela morsicata, imperterrita a voler riacquistare a tutti i costi la fiducia dei suoi utenti. Staremo a vedere se con questa iniziativa riuscirà a ripulirsi da quell’errore “a fin di bene” che gli è costato la reputazione.

Check Also

Galaxy A50, lo smartphone di Samsung Best Buy 2019

Così come avevamo ipotizzato, Samsung ha chiare le idee su come sbaragliare la concorrenza e …

Lascia un commento