giovedì , 18 Luglio 2019
Home / Android / LG G7 fit: La recensione

LG G7 fit: La recensione

Durante l’IFA di Berlino che si è tenuto a settembre 2018, LG ha presentato il suo nuovo medio gamma, G7 fit, che nel complesso è uno smartphone discreto ma che non convince a causa di alcune scelte hardware un pò insensate.
LG G7 fit è disponibile, dall’inizio di novembre, anche nel nostro Paese e, grazie a forti sconti natalizi, potrebbe risultare una valida scelta per i poco pretenziosi.

LG G7 fit riprende molto da suo fratello G7 che per noi, anche se datato, rimane la scelta migliore tra i due. Nel complesso G7 fit si presenta molto bene, dal punto di vista estetico e dell’ ergonomia: i materiali sono in buoni, metallo e vetro nella parte posteriore che, se da un lato dona al telefono quella sensazione di compattezza, dall’altro tende a opacizzarsi un po’ troppo con le nostre impronte digitali.
Per lo sblocco del telefono è possibile scegliere tra il sensore delle impronte digitali e il riconoscimento del volto.
A differenza del modello precedente, G7 fit, ha la certificazione IP-68 che consente immersioni di più di 1 metro fino a 30 minuti circa.

Ma veniamo adesso alla nota dolente di questo dispositivo, ossia il comparto hardware. Per G7 fit, LG ha optato per un processore un pò datato, Snapdragon 821 quad core da 2,35 GHz del 2016, penalizzando di fatto il dispositivo e infatti, a causa di questa scelta che ad oggi rimane insensata, lo smartphone si surriscalda, lagga e ha un’autonomia decisamente mediocre. Il processore, infatti, tende a consumare troppa energia e, vista la batteria contenuta, solo 3000 mAh, a pomeriggio inoltrato il telefono sarà già spento, inconcepibile oggi giorno. Infine, la RAM è di 4 GB, dunque non male, la memoria interna è di 32 GB, espandibili con MicroSD fino a 2TB.
Il Sistema operativo è Android, aggiornato alla versione 8.1 Oreo.

Il display, con tecnologia IPS dunque non OLED, è da 6,1″ con risoluzione Quad HD+, praticamente lo stesso utilizzato per il flagship G7 ThinQ, dunque da top di gamma. I neri sono intensi, i colori molto buoni e la luminosità molto alta.

Anche il comparto fotografico raggiunge la sufficienza ma di certo non stupisce per modernità e innovazione.
La fotocamera principale da 16 megapixel è singola, manca infatti l’obiettivo grandangolare che invece è presente nei dispositivi medio gamma della concorrenza. In compenso è presente l’HDR e le foto sono molto buone sia in presenza di molta luce sia al buio.
Si comporta bene anche la fotocamera frontale da 8 megapixel e ƒ/1.9.
I video, che possono essere registrati in 4k, sono di qualità tipica di un medio gamma.

LG G7 Fit è disponibile da novembre anche in Italia, nel colore nero. Il suo prezzo di uscita, obiettivamente non coerente con le prestazioni del dispositivo, era di 399 euro, decisamente troppo. Oggi, grazie agli sconti natalizi, è possibile trovare LG G7 Fit tra i 310 e 340 euro: il prezzo rimane comunque alto ma è sicuramente più accettabile.

LG G7 Fit è tutto sommato un buon telefono, bello da un punto di vista estetico, compatto e con tutte le caratteristiche più richieste al giorno d’oggi. Il suo neo rimane sostanzialmente la scelta del processore che, non solo non è al passo coi tempi ma penalizza l’utilizzo stesso del dispositivo per fluidità e autonomia. Alla luce di questo, purtroppo, il fratello maggiore LG G7 rimane la scelta migliore tra i due sia per il comparto hardware decisamente più moderno e quindi più convincente, sia per il prezzo visto che, essendo un modello precedente, è acquistabile ad un prezzo inferiore.

Infine vi proponiamo la sintesi delle caratteristiche tecniche

  • Processore: Qualcomm Snapdragon 821 del 2016
  • Display: QHD+ da 6.1 pollici (3120 x 1440)
  • RAM: 4GB
  • Memoria interna: 32GB espandibili con MicroSD (fino a 2TB)
  • Fotocamera Posteriore: 16MP (F2.2 / 76°) – Anteriore: 8MP grandangolare (F1.9 / 80°)
  • Batteria: 3000mAh con ricarica rapida
  • Sistema operativo: Android 8.1 Oreo
  • Dimensioni: 153.2 x 71.9 x 7.9mm – Peso: 160g
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a, b, g, n, ac / Bluetooth 4.2 BLE / NFC
  • Certificazione IP68 per la resistenza all’acqua e alla polvere
  • Riconoscimento del volto: Sì
  • Sensore per le impronte digitali: Sì
  • Dual SIM: Sì

Check Also

Galaxy A50, lo smartphone di Samsung Best Buy 2019

Così come avevamo ipotizzato, Samsung ha chiare le idee su come sbaragliare la concorrenza e …

Lascia un commento