giovedì , 21 Novembre 2019
Home / Aggiornamenti / Samsung Galaxy S9: La Recensione

Samsung Galaxy S9: La Recensione

Il primo semestre del 2019 si è quasi concluso e, sebbene Samsung abbia spostato la sua attenzione sugli smartphone di fascia media, Galaxy S9 rimane uno degli smartphone top di gamma più compatti in circolazione.

Quest’anno ha visto come protagonista indiscusso l’iconico Galaxy S10, con cui Samsung ha festeggiato il decimo anniversario della serie “S”. Un telefono senza dubbio eccezionale ma che purtroppo si aggira intorno agli 1000 euro. Per chi volesse spendere molto meno, quasi quanto un medio gamma, ma senza rinunciare a prestazioni elevate, consigliamo il Galaxy S9 che attualmente si puo’ trovare ad un prezzo realmente vantaggioso.
Con Galaxy S9 avrete la qualità di un flagship grazie ai materiali utilizzati che sicuramente nn vi faranno rimpiangere i top di gamma di quest’anno, neanche della concorrenza.

Samsung Galaxy S9 è bellissimo, nonostante non rappresenti una vera e propria innovazione dal punto di vista estetico. Infatti, guardandolo non da vicino, potrebbe essere confuso con il fratello minore S8, top di gamma 2017 ma, in realtà, S9 ha fatto un balzo in avanti almeno dal punto di vista Hardware. Sì, perchè se i due smartphone possono sembrare molto simili all’apparenza, si differenziano molto sia per quanto riguarda le prestazioni, sia per il comparto fotografico che sull’ S9 raggiunge quasi la perfezione.

Galaxy S9 è maneggevole, con bordi stondati e doppio vetro di protezione anche sulla back cover su cui, purtroppo, vengono trattenute le impronte e questo significa che per avere il telefono sempre lucido, bisogna pulirlo spesso.
Come un top di gamma che si rispetti, Galaxy S9 ha il certificato IP68 per cui è resistente alla polvere e all’ acqua. Il sensore delle impronte digitali è posto sotto alla fotocamera posteriore, comodo e preciso anche se non velocissimo ed è possibile sbloccare il telefono anche mediante il riconoscimento dell’iride, anche questo attendibile e preciso ma non velocissimo come i sensori del riconoscimento del volto in 3D degli ultimi modelli di quest’anno.

Il display di questo bellissimo telefono è un SuperAMOLED da 5,8 pollici WQHD+ (2960 x 1440 pixel) in formato 18.5:9 con HDR10, always on per tenere sotto controllo perenne le nostre notifiche e 3D touch sul tasto home che è virtuale e non più fisico.

Il processore di Galaxy S9 è lo Snapdragon 845 con GPU Mali G72 MP18. E’ un octa core con quattro processori Exynos Mongoose 3 (M3) a 2.8 GHz e altri quattro Cortex A55 a 1.7 GHz, la RAM è di soli 4 GB, con 2 GB in più sarebbe stato semplicemente perfetto.
la memoria interna è da 64 GB espandibile tramite MicroSD fino a 400 GB.
Il sistema operativo previsto su questo telefono in partenza è Android 8.0 Oreo con a bordo l’interfaccia Samsung Experience 9.0, forse un pò pesante ma funzionale e fluida. E’ inutile precisare che dopo l’aggiornamento, il sistema operativo passerà alla versione 9 Pie.

Per quanto riguarda l’autonomia, è sicuramente un tasto dolente per Galaxy S9 che, con una batteria di soli 3000mAh, rimane deludente: Con un utilizzo del telefono medio, arriverete a stento intorno alle 20 con il telefono ancora acceso.

La fotocamera da 12 megapixel è singola ma ha 2 aperture diverse ƒ/1.5 e ƒ/2.4 e sarà il software a stabilire automaticamente quale utilizzare per ogni scatto a seconda della luce a disposizione.
I video sono spettacolari poichè registrati in 4K a 60fps. E’ possibile utilizzare lo slow motion e il formato HEVC.
Per quanto riguarda la fotocamera frontale, è da 8 megapixel grandangolare con apertura ƒ/1.7 e registra video in 2K.

Galaxy S è dual SIM (se no brand) ma si deve tenere conto che, qualora si voglia utilizzare la doppia scheda, si perderà la possibilità di inserire la MicroSD per espandere la memoria, visto che l’alloggiamento è lo stesso.
La connettività è ottima con la tecnologia LTE fino a 1200 Mbps, il Wi-Fi ac a doppia banda e il Bluetooth aggiornato alla versione 5.0. Ovviamente, come qualsiasi top di gamma, ha il sensore NFC e non manca di jack per le cuffie.
Il telefono possiede una capsula auricolare per cui l’audio è stereo e si puo’ dire che nel complesso il comparto acustico è decisamente ottimo.

Samsung Galaxy S9 è stato presentato, nel 2018, al costo di 899 e probabilmente era un pò alto in relazione alle prestazioni del telefono. Oggi invece è possibile acquistarlo a quasi la metà, il che lo rende un acquisto molto sensato nonostante i nuovo medio gamma coreani che, se pur più moderni, peccano un pò nella scelta della componentistica hardware e nei materiali di costruzione.

Check Also

Vivo IQOO Neo 855: La scheda tecnica

Ad inizio anno, vivo ha seguito la linea delle grandi aziende di telefonia e ha …

Lascia un commento